domenica 15 luglio 2018

Siamo sempre sumeri

Continuano le nostre scoperte sumere, popolo davvero affascinante.
Il nostro mattone è riuscito, forse il forno le renderebbe più resistente, ma direi che va bene già così.


I sumeri hanno sviluppato la tecnica della scrittura cuneiforme, così anche noi armati di punteruolo e tavoletta di das( avevamo finto la creta), abbiamo scritto in cuneiforme.


Anche Lucia prende sempre più parte alle nostre avventure e alla sera racconta al babbo tutto, che piacevole effetto collaterale!
Saremo sumeri ancora per un po' e vi terremo aggiornati.
Ciao ciao…..

martedì 10 luglio 2018

I sumeri

Forse eravamo in astinenza da storia, ma questi sumeri ci stanno davvero appassionando.
Avevamo finito già da mesi con la preistoria e ora abbiamo ripreso lo studio delle nostre origini.
Per quanto riguarda i testi, stiamo usando libri dove le varie scoperte, i re, le usanze, vengono raccontante in una storia , piuttosto che come sapere didascalico.
Questo a parer mio rende lo studio un'avventurosa scoperta e lo fa aderire meglio alle pagine della memoria.


Come prima attività pratica abbiamo creato il nostro mattone sumero che speriamo le calde giornate di luglio asciughino in fretta.
Si, perché le case di mattoni di fango e argilla sono originarie di Sumer la terra dei sumeri, tra il Tigri e l'Eufrate.
Per fare un mattone serve della paglia e della terra argillosa da impastare insieme a dell'acqua.


Schiacciare il tutto dentro uno stampo, andrà benissimo una scatola di scarpe liberata dal fondo, e mettere al sole.
Spero di evitare il passaggio al forno...ma vi terremo aggiornati.

sabato 7 luglio 2018

Il nostro materiale home scolastico

Da quando abbiamo iniziato il nostro percorso, ho notato subito che i classici quaderni di scuola ci limitavano troppo nello svolgere le nostre ricerche.
Noi difficilmente lavoriamo per materie divise, spesso affrontiamo argomenti da varie angolazioni e il risultato è una ricerca multidisciplinare, o di buon senso :)))))
Così abbiamo optato per i quadernoni ad anelli con i fogli a buchi o fogli normali, visto che avevamo una buona scorta di quaderni, da imbustare nelle bustine trasparenti.
All'interno dei quadernoni ad anelli poi ci finiscono anche i vari giochi , piccoli oggetti etc che riguardano quell'argomento.
L'anno dopo o quando serve poi, è possibile recuperare questa o quella pagina da reinserire in un nuovo argomento o percorso.
Abbiamo sperimentato anche i portalistini che sono molto belli esteticamente, ma hanno un costo e una capacità limitante per noi.
Nei nostri quadernoni ci mettiamo anche i nostri lap-book e quando alla fine dell'anno riguardiamo le pagine, siamo sempre colpiti dalla bellezza dei nostri lavori e dalla varietà di cose fatte.



Un altra voce importante è quella dei libri di testo.
Ogni anno compro i libri di testo per l'anno scolastico, li scelgo dopo averli visionati da amici con figli scolarizzati, ma ogni anno il libro di testo viene usato pochissimo per lo studio.
Serve a me magari per rassicurarmi, ma di certo non a Leo, anche se a volte per diletto compila pagine di esercizi, insomma fa i compiti per piacere e non per dovere.
Per quanto riguarda penne, matite, pastelli e tutta la cancelleria , abbiamo la cassetta da casa, con molti materiali diversi
e un piccolo astuccio con l'indispensabile per fare scuola in giardino, al parco, in auto, in treno … infatti home-schooling è proprio fuorviante!
Voi come vi organizzate con il materiale?
Avete dritte personali da condividere?



martedì 3 luglio 2018

Mamma cosa sono i numeri primi?

Non ero pronta alla domanda, ma sono stata felice di poter rispondere .
Non conoscevo la risposta , ma mi ricordavo che la mitica Sybille aveva realizzato un tappeto montessoriano con i suoi figli.
qui il link
Così anche noi abbiamo realizzato il nostro crivello di Eratostene personale per scoprire come si riconosce un numero primo e parlare di multipli e divisori.


Per una lezione divertente su questo argomento abbiamo anche ascoltato Tipot il simpatico alieno di polilabkids
Un bellissimo sito curato dal politecnico di Milano con diversi argomenti e animazioni.

Per non farci mancare nulla abbiamo letto alcuni capitoli del libro della mitica Anna Cerasoli

Per fissare i contenuti Leo ha svolto un po' di esercizi dal libro di Bortolato


Ciao Ciao alle prossime scoperte!

venerdì 29 giugno 2018

Metodologia clil

Da quando abbiamo iniziato il nostro percorso di scuola parentale abbiamo inserito la la lingua inglese in moltissimi progetti.
Trovavo utile unire la la seconda lingua ad un argomento trattato.
Pochi mesi fa ho scoperto che si tratta di una metodologia didattica che si chiama clil.
Ecco di cosa si tratta
Il mio buon senso mi aveva fatto fare clil lo stesso, ma si sa ora che aveva un nome forse mi era più facile trovare risorse specifiche.
Cosí ho trovato questi siti da cui è possibile scaricare gratuitamente il materiale:

link

Altro link

Ho anche trovato questi due disfalibri molto carini con all'interno molto materiale già pronto e in linea con gli argomenti della quarta primaria, ma che possono essere usati in tanti modi divertenti.



All'interno troviamo molti argomenti come la cellula, il territorio italiano, le zone climatiche etc..
Voi fate clil?

venerdì 22 giugno 2018

Il lago di Garda

Noi amiamo il lago, qualsiasi lago, piccolo, grande...
Da quando è piccolo Leo ama il lago di Garda, dice che è a forma di naso e quando viaggiamo in auto sul lago, con il dito indica dove ci troviamo sul suo naso.
Ora siamo in vacanza a San Felice del Benaco, con i nonni e la zia.
Se si vuole l' apprendimento è ovunque e oggi a passeggio sulla sponda del lago abbiamo incontrato una bellissima farfalla podalirio
Abbiamo quindi ripassato il nostro lavoro sulle farfalle.

Poi abbiamo visto una muta di serpente
Abbiamo costruito una capanna con i legni portati dalle onde sulla riva


Raccolto delle canne di lago per fabbricare un flauto

Raccolto delle conchiglie

Insomma non ci siamo annoiati!

domenica 17 giugno 2018

Summer homeschooling

Ebbene si, anche se abbiamo fatto l' esame ed è estate non ci fermiamo.
La vita non si ferma e cosí nemmeno il nostro apprendere da essa.
Leo ha deciso di continuare storia con i sumeri.
Per inglese e tedesco ogni giorno continua con duolingo.
Per scienze siamo pronti per approfondire il tardigrado e abbiamo iniziato le nostre gite per seguire il fiume Serio dalla nascita al mare.
Come vedete senza obblighi e senza libri delle vacanze rimane solo l' amore per lo studio.
Qui Leo alla diga del Curò il bacino idrico da cui partono le cascate del Serio.


Voi che progetti avete per l' estate?